On the…Moto

Per il mondo in moto

I Viaggiatori in Moto: Miriam Orlandi

with 11 comments

Io parto di Miriam

Io parto di Miriam

Viaggiatrice in moto. Stavolta voglio dedicare il post ad una donna che su una BMW R100GS ha intrapreso il suo viaggio per il mondo: Miriam Orlandi. Adesso è in Colombia, è possibile seguire la sua avventura sul sito Ioparto. Ciao Miriam e fa buona strada!

Written by Genio C.

settembre 23, 2009 a 18:41

11 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. salve sono un pensionato viaggiatore dopo aver fatto oceania europa america del nord compresa l’alaska ci apprestiamo io e la mia signora di affrontare un viaggio che salirà dalla terra del fuoco fino in brasile a partire dal mese di febbraio.
    per una questione di età di solito affittiamo un camper la mia domanda è questa: partendo da Ushuaia e raggiungere Punta Arena conviene fare il passaggio da Porvenir (che mi sembra il percorso più afascinante )o per via dello sterrato non buono passare per punta delgada? io ti ringrazio e naturalmente invidio i tuoi viaggi stupendi continua così ciao Mauro

    mauro bronzato

    novembre 24, 2009 at 18:41

  2. ciao Mauro
    ti rispondo io sperando che tu possa leggere in tempo
    la strada di PORVENIR non solo é molto panoramica ma anche migliore dal punto di vista pavimentazione.. portatvi da mangiare .son sicura che vi verra voglia di fermarvi

    altra dritta
    se vi fa comodo
    i parchi nazionali chiudono alle 20 e generalemente il sole tramonta verso le 22 ..quindi avete l’entrata gratuita

    unica cosa ..USHUAIA a FEBBRAIO é veramente freddina
    a dicembre (che é il periodo + caldo) nevicava
    portatevi le catene …se no non riuscite a fare il passo

    MIRIAM

    dicembre 14, 2009 at 18:41

  3. Puoi dare un’occhiata anche al viaggio di Italo, si sta dirigendo proprio ad Ushuaia. Questo il link:

    http://www.navigatorediterra.it/home5.html

    genioracer

    dicembre 14, 2009 at 18:41

  4. grazie Miriam grazie 1000 per le tue preziose dritte
    spero solo che l’agenzia che ci consegna il camper a ushuaia sappia che c’è la possibilità di trovare neve sul passo Garibaldi, che tu sappia è vero che al confine cileno non ti permettono di entrare con nessun tipo di cibo? Se è così appena di la del confine cileno c’è la possibilità di fare qualche rifornimento?
    Per ultimo ogni quanto c’è carburante dobbiamo premunirci?
    grazie baci Mauro e Mariagrazia

    mauro e mariagrazia

    dicembre 15, 2009 at 18:41

  5. grazie Miriam grazie 1000 per le tue preziose dritte
    spero solo che l’agenzia che ci consegna il camper a ushuaia sappia che c’è la possibilità di trovare neve sul passo Garibaldi, che tu sappia è vero che al confine cileno non ti permettono di entrare con nessun tipo di cibo? Se è così appena di la del confine cileno c’è la possibilità di fare qualche rifornimento?
    Per ultimo ogni quanto c’è carburante dobbiamo premunirci?
    grazie baci Mauro e Mariagrazia

    mauro e mariagrazia

    dicembre 15, 2009 at 18:41

  6. ciao Mauro e Mariagrazia
    allora ilpasso Garibaldi non e’ molto in pendenza se c’e’ neve prendetela solo lentamente e ce la fate> ci riuscii io in moto

    per ilconfine Chileno si..e’ vero purtroppo ..non so come revisano un camper ma dipende da chi trovate .. se no ricordo male quello che verificano e’ solo carne e frutta ma chiedete ..’e passato piu’ diun anno per me e nel mezzo tanta tanta strada

    per la benzina
    dipende dove vi infilate ma
    il punto pi’u lungo ‘e TRES LOMAS / PERITO MORENO paese (ruta 40)
    non fate rifornimento a BAJO CARACOLES ..non sempre mi han raccontato cose belle

    comunque al massimo sono 700 km ..e con un camper penso ce la fate tranquilli

    la zona del fitz roy EL CHALTEN (se non ricordo male il nome) e del GHIACCIAIO PERITO MORENO e’ cara fate rifornimento di cibo prima

    un abbraccio e buon viaggio
    sempre a disposizione

    Miriam

    dicembre 16, 2009 at 18:41

  7. Ciao Miriam, mi chiamo Bruno Orlandi e abito a Mezzegra (Lago di Como) innanzitutto voglio farti i complimenti per l’impresa che sei riuscita a realizzare, come hai visto, abbiamo qualcosa in comune, da anni sogno di portarmi una moto in Brasile, non una moto qualsiasi, ma una BMW R80GS che ho acquistato a buon prezzo qualche anno fà e che stò restaurando e trasformando in Paris Dakar, in previsione appunto di viaggi abbastanza lunghi. Ti voglio chiedere qualche dritta, io mi accontento di girare un pò per il Brasile, dal momento che essendo sposato con una Brasiliana da 13 anni e avendo dei parenti di sangue sia in Argentina che in Brasile, vorrei chiederti se hai avuto problemi a entrare in territorio brasiliano, perchè secondo le mie ricerche bisogna depositare al momento dell’ingresso in territorio brasiliano una cauzione che varia in base al valore della moto, questo è vero? Tu hai dovuto pagare per entrare? Se hai qualche consiglio da darmi, lo accetto volentieri. Se percaso passi dalle mie parti fermati a salutarmi, mi piacerebbe conoscerti, ho una officina di riparazione e vendita di moto sulla statale a Mezzegra. Ti auguro una buona continuazione. Bruno Orlandi. email b.orlandi@gmail.com

    Bruno Orlandi

    marzo 25, 2010 at 18:41

  8. ciao Bruno
    allora io entrai in Brasile giá piú di un anno fa
    era novembre 2008 e non pagai nessuna cauzione ..e nemmeno mi chiesero il carnet de passage en douane
    quindi penso che puoi andare tranquillo

    peró
    c’é un peró
    non puoi lasciare la moto nel paese per piú di 3 mesi, quidni ogni 3 mesi devi andare in Brasile o in Argentina ..vedi tu se non ti convengono altre opzioni tipo ..rottamarla qui in italia ed esportarla la
    questo non so aiutarti

    sono ancora in viaggio ..ora MEXICO

    Miriam

    marzo 28, 2010 at 18:41

    • Anche se un pò in ritardo, grazie Miriam per avermi risposto, ho quasi finito di restaurare la moto, vorrei ciederti un’ultima cosa, per l’assicurazione hai dovuto fare qualcosa di particolare, visto che sulla carta verde i paese sudamericani non sono menzionati. Grazie, ciao Bruno.

      Bruno Orlandi

      giugno 13, 2010 at 18:41

  9. ciao Bruno
    purtroppo il discorso assicurazione è abbastanza complicato: ogni nazione fa a se.

    é meglio che chiedi a qualcuno in loco, qualcuno di tua fiducia, perchè di chiacchiere a vanvera ce ne sono tante.

    Ad esempio, io ora sono a SAn Diego, utti mi dicevano che per gli USA ci vuole una assicurazione da 600 dollari ed invece non è nulla vero.. ci vuole ..ma non ha questi prezzi.

    Miriam Orlandi

    giugno 13, 2010 at 18:41


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: