On the…Moto

Per il mondo in moto

Finalmente la moto…

leave a comment »

Dopo diciotto mesi finalmente sono tornato in sella alla mia moto. Nel giro di alcuni anni sono maturato molto come motociclista. Venivo considerato un collezionista di moto perché dal 2006 al 2011 sono riuscito con le mie sole forze a comprare tre moto splendide. Una Honda Hornet 600, un CBR 1000, e una Moto Guzzi V7 Classic. Avevo fino a tre assicurazioni pagate e l’imbarazzo della scelta quando entravo in garage. Poi mi sono sposato e per ovviare alle molte spese ho venduto la Guzzi. Mi sono sposato, ho fatto un figlio e ho dedicato tutto il mio tempo a lui. Nel frattempo crisi, crisi, crisi! E sono stato costretto a scegliere. CBR o Hornet? Per come mi sono evoluto (e questo magari lo spiegherò col tempo) ho deciso di vendere il CBR. Ho monetizzato e ricconi in sella. Sono felice e sto già organizzando i primi viaggetti. Nel frattempo vedo che il mondo delle moto è cambiato parecchio. Dalle ultime novità del salone di Milano all’evoluzione della filosofia, lo stato mentale. Alcuni viaggiatori sono tornati a casa, altri sono partiti. Insomma, un sacco di materiale di cui parlare!

Written by Genio C.

novembre 11, 2014 at 18:41

Pubblicato su Uncategorized

Un mercato morente…

leave a comment »

Di seguito le analisi di mercato tratte da Motociclismo del mese di marzo 2013:

ANALISI SCOOTER

125 cc: 5.583 veicoli (-44,6%)
150-200: cc 4.978 veicoli (-29,8%)
250 cc: 827 veicoli, pari  (-58,4%)
300-500 cc: 5.428 veicoli (-40,2%)
Oltre 500 cc: 1.683 veicoli (-59,6%)

ANALISI MOTO PER CILINDRATA
125 cc: 921 unità (-28,1%)
300-500 cc: 1.509 unità (+1,4%)
600 cc: 511 unità (-45,6%)
650 e 750 cc con 2.540 unità (-23,5%)
800 – 1000 cc: 3.243 unità (-27,5%)
Oltre 1000 cc: 4.137 unità (-26,7%)

ANALISI MOTO PER SEGMENTO
Enduro stradali: 4.190 unità (-17,2%)
Naked: 3.534 unità (-24,9%)
Custom: 1.488 unità (-21,7%)
Moto da turismo: 1.427 unità (-28,6%)
Sportive: 1.246 unità (-28,1%)
Supermotard: 834 unità (-42,2%)

E la domanda è…ma quando ancora potranno crescere le percentuali? Quando riusciremo ad arginare questa caduta libera?

Written by Genio C.

aprile 9, 2013 at 18:41

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with , ,

Agv inventa i caschi luminescenti (di Danilo Loda)

leave a comment »

AGV propone due caschi (uno jet e uno integrale) molto particolari che prendono il nome, rispettivamente di Fiberlight Future e Strada Vision. Entrambi, infatti, offrono un decal che ricopre il casco creato con inchiostri speciali che hanno la proprietà di assorbire luce durante il giorno e per poi rilasciarla durante le ore notturne. Oltre a un fatto prettamente estetico è chiaro come questa caratteristica sia molto importante in termini di sicurezza, visto che rende ulteriormente visibile il centauro e o il passeggero agli altri veicoli che percorrono la strada. Strada Vison è proposto al prezzo di 410 euro, mentre Fiberlight Future a 199 euro.

https://i1.wp.com/www.motori24.ilsole24ore.com/IMMAGINI/Sicurezza/2013/02/agv-fiberlight-future-strada-vision--352x288.jpgL’articolo è pescato dal Sole 24 Ore Motori. E a parte il titolo fantascientifico, credo sia una bella idea. I caschi al momento sono questi. Molto bello il jet. Onestamente per l’integrale punterei più su uno Schuberth S2, giallofluo. https://i0.wp.com/www.motostorm.it/images/caschi_integrali/schuberth_s2_giallo_fluo.jpgIl prezzo cambia tanto, ma in fatto di sicurezza…non si scherza!

Written by Genio C.

aprile 3, 2013 at 18:41

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with , , ,

Questione di Applicazioni

leave a comment »

Dal 2009, anno in cui ho cominciato a scrivere su questo blog, ne sono cambiate di cose! I viaggi si sono fatti molto più tecnologici. Da quando ho l’ipad per esempio non oserei mai partire senza. Ci sono innumerevoli applicazioni per facilitare il viaggio. Partendo da skype, con il quale dal Messico non ho speso un euro di bolletta telefonica. Serve solo una rete wifi e il gioco è fatto. E le reti wife ormai sono reperibili in moltissimi paesi, più che in Italia, a volte.  Ci sono applicazioni per ogni cosa. E vagando tra le riviste e internet ne ho trovata una che sembra interessante.

https://i1.wp.com/cdn.iphoner.it/wp-content/uploads/2009/12/AroundMe.jpg

L’idea è semplice, anche un pò vecchiotta. Trattasi  di AroundMe. Segnala i punti di interesse intorno a noi e nella eventualità traccia il percorso per arrivarci. Voi cosa ne pensate? Amate la tecnologia in viaggio oppure meglio le classice indicazioni dei passanti?

Written by Genio C.

aprile 2, 2013 at 18:41

Pubblicato su Accessori, Applicazioni

Bentornato

leave a comment »

Riprendo dopo una lunga pausa di riflessione questo blog.  Sono successe un sacco di cose tra cui un’operazione alla vescica e un felicissimo matrimonio! E ora riprendiamo dove avevo lasciato…cioè dall’amore per le due ruote e per i viaggi!

Written by Genio C.

marzo 30, 2013 at 18:41

Pubblicato su Uncategorized

Interphone F4 Stereo

with 2 comments

Interphone F4 Coppia

Ieri per il compleanno ho ricevuto questo bellissimo accessorio. Non ho avuto modo ancora di provarlo. Ho fatto un solo tentativo e s’è sintonizzato immediatamente con il Garmin Zumo 500. Le istruzioni mi sembrano abbastanza chiare, anche quelle di montaggio. Nella confezione del Double Pack ci sono due ricevitori Bluetooth, con rispettivi microfoni, e tutto l’essenziale (parecchi componenti in realtà) per il fissaggio. Adesso il gioiellino è sottocarica. Appena ho due minuti mi cimento nell’impresa così potrò testare il livello di comunicazione.

Questo il link della pagina ufficiale contenente tutte le info del prodotto:

Interphone F4 Stereo

Aggiornamento delle ore 19.56: ho provato i due F4 a casa, senza il vento sulla faccia e con due spesse mura divisorie. Risultato: sentivo mio fratello parlare come se fosse al mio fianco. Ottima quindi la prima impressione. Bisogna attendere almeno a domenica la prova su strada.

Written by Genio C.

dicembre 10, 2009 at 18:41

Pubblicato su Accessori

Tagged with , ,

Torno a scrivere: aggiornamento preparativi viaggio 2010

with one comment

Torno a scrivere un articolo per questo blog. Avevo promesso le foto dell’Eicma, ma quelle sono reperibili ovunque, quindi eviterò di utilizzare spazio inutilmente. Così credo non scriverò più anteprime del mondo a due ruote. Credo farò questo posto più mio, più personale. Dicevamo: in fiera ho avuto modo di salire su tutte le tourer del salone, provarle in comodità. E devo dire che secondo me BMW le batte tutte. Poi in classifica sta Moto Guzzi e KTM. Il resto qualche gradino più sotto. Tra le BMW indubbiamente bellissima la GS, ho provato la versione ADV nell’altezza maggiore da terra e…oddio! Non toccavo terra nemmeno con le punte dei piedi! Mamma mia che sensazione però stare lassù. Ho provato poi la GS normale con sella ribassata, e dal mio metro e settanda d’altezza riuscivo a piantare non solo le punte ma quasi tutti piedi. Bellissima moto. La sella ribassata è sembre ben imbottita e non credo possa procurare dolori al fondoschiena. Grandissima moto pure la RT, ci farò un pensierino tra circa una decina d’anni. Per quel che riguarda la Moto Guzzi, ho provato la Stelvio, ma non per la prima volta. Riconfermate tutte le impressioni: moto comodissima e ben piantata per terra. Bene anche la KTM, la 990 ADV. Nonostante l’altezza, sarà per la sella stretta, sono riuscito a toccare perfettamente. La moto è più snella delle concorrenti, ma infonde comunque sicurezza. Molto scomoda la Morini, almeno per me, anche se molto molto particolare, sembra una motard. Penso che ad aprile avrò fatto la mia scelta, e sarà tra una di queste tre moto: GS BMW, Moto Guzzi Stelvio, KTM 990.

Altri aggiornamenti sui preparativi per il mio viaggio in moto:

La mia ragazza mi ha regalato il navigatore satellitare. Un Garmin Zumo 500 Deluxe. L’ha pagato 350 euro. Bel prodotto. L’ho provato poche volte, e vorrei provarlo con gli auricolari. Penso che entro Natale avrò anche quelli. Ho scelto gli F4 della Interphone. Lì prenderò credo a 260 euro. Questa tecnologia mi pare assolutamente superflua per un lungo viaggio in moto, ma contribuisce a renderlo più confortevole e sicuro. Se fossi stato solo non avrei avuto bisogno nemmeno di una cartina, avrei portato con me solo una bussola. Avrei puntato a nord fino a che fosse stato possibile per poi scendere di nuovo a sud. Con la mia ragazza però non voglio avere sorprese. E non voglio isolarla nella sella posteriore. Voglio poterle parlare, sentire le sue impressioni, rimanere sempre in contatto vocale con lei. Il navigatore ci sarà per registrate tutte le info del viaggio, e per non rischiare troppo scegliendo percorsi a casaccio.

Altra questione quasi del tutto chiarita: la meta.

Ad agosto punterò dritto verso la Germania, e la percorrerò quasi tutta in tondo seguendo quella che lì chiamano la Motorradstrasse.

La strada tedesca per motociclisti

Come si può vedere questa strada divide la Germania in quattro regioni, in base ai quattro punti cardinali. Sono circa 9000 km di strade studiate le esigenze di noi centauri. Credo d’aver capito quindi che: non ci sono rettilinei troppo lunghi, l’asfalto è ottimo, la strada congiunge luoghi turistici per eccellenza e luoghi meno turistici ma molto belli. Credo che seguendola ci sarà da rimanere stupiti. Ovviamente avendo non più di 15/20 giorni di ferie, credo non percorrerò tutti i 9000 km, cercherò invece di seguire la Strasse in senso antiorario per tutto il perimetro della Germania, passando ovviamente dalle città più belle della Nazione. Devo lavorare per bene sull’itinerario e cominciare a prepararmi mentalmente agli imprevisti che possono succedere. Ci sarà da divertirsi.

Written by Genio C.

dicembre 4, 2009 at 18:41